Desiderio sessuale: è possibile ritrovarlo?

In questo articolo vogliamo approfondire la tematica del desiderio sessuale. Possiamo dire che il desiderio è la base per l’attivazione sessuale e il motore che ne scatena la motivazione.
Alla base del desiderio rimane una forte componente fisiologica, oltre ai fattori di contorno quali fantasie, sentimenti, educazione e stile di vita. In modo particolare la pulsione sessuale è legata ai livelli ormonali.

Le donne, sono molto più soggette a sbalzi del desiderio sessuale, questo è legato all’andamento del ciclo mestruale che varia i livelli di ormoni nel sangue. Poco prima dell’ovulazione nella donna viene prodotto un’ormone chiamato estrogeno, questo aumenta la libido. Gli studi scientifici non hanno ancora chiarito nello specifico come questo ormone agisca sul desiderio, sembra che induca nella donna una sensazione di benessere che quando percepita fa aumentare il desiderio.

Un altro ormone chiamato testosterone presente sia negli uomini che nelle donne è anch’esso responsabile della libido. L’uomo produce questo ormone grazie ai testicoli e la donna grazie alle ovaie, entrambi i soggetti ne producono una minima parte anche tramite la corteccia surrenale. La donna essendo molto più sensibile rispetto all’uomo, necessita di un livello molto minore di testosterone.
La libido nell’uomo la mattina è molto accentuata in quanto proprio i livelli di testosterone sono più alti nelle prime ore del giorno.
Un altro ormone molto importante è la prolattina, questo agisce in maniera contraria rispetto al testosterone e l’estrogeno, infatti all’aumentare della prolattina il desiderio cala.

Desiderio sessuale: da cosa è influenzato?

Anche le stagioni influenzano il desiderio sessuale, il picco massimo di desiderio si manifesta in periodi differenti tra uomo e donna, l’uomo raggiunge la massima libido in estate mentre la donna in primavera.
Contrariamente a quanto si possa pensare con l’aumento dell’età non c’è un calo di desiderio, possiamo affermare che per tutta la vita non ci sono variazioni di libido. Se con l’età c’è un calo ormonale questo viene compensato dal fattore psicologico.

In linea generale, ogni individuo è soggetto a variazioni cicliche del desiderio sessuale e c’è una forte componente psicologica alla base della libido. Nella maggior parte dei casi un calo di desiderio si risolve in maniera naturale, se dovesse persistere non è necessario allarmarsi ma è bene esporre il problema al proprio medico.

Calo del desiderio? Vediamo quali sono le cause.

E’ molto diffuso il calo di desiderio sessuale, contrariamente al pensiero comune ne sono colpiti anche gli uomini e riguarda sia le coppie più longeve che quelle giovani. Possiamo affermare che questo fenomeno colpisce a 360 gradi la nostra società, ma quali sono le cause di questa difficoltà?

Partiamo dal principio, il desiderio sessuale, chiamato anche libido è un bisogno mentale e fisico generato sia da fattori psicologici, ad esempio emozioni, umore e fantasie, sia da fattori esterni quali: stagioni, attrazioni fisiche ed eventi. Tutto questo è una complessa dimensione della sessualità umana.
La pulsione sessuale serve alla coppia per raggiungere piacere, appagamento e gratificazione, sembra però che il desiderio abbia un suo ciclo vitale: inizialmente si cercano nuove scoperte assieme al partner ed in un secondo tempo il desiderio iniziale gradualmente cala.

Per mantenere attivo il desiderio ci sono delle condizioni fondamentali che devono risultare positive:

1) Buona relazione di coppia
2) Equilibrio personale
3) Sistema neurologico in salute
4) Livelli ormonali corretti
5) Stato di salute ottimale

Spesso ansia, stress, preoccupazioni mescolate a cali fisiologici dovuti a stagioni o malattie, possono diventare la tomba della libido. Non dimentichiamo che nel rapporto sessuale anche la routine e l’abitudine contribuiscono a far diminuire le pulsioni sessuali.

Malattie e farmaci possono essere la causa di un calo della libido vediamoli:

Farmaci: Barbiturici, antistaminici, psicofarmaci, antidepressivi, terapie oncologiche.
Oltre ai farmaci anche l’uso di droghe è una delle cause di calo del desiderio.
Malattie: Diabete, insufficienza renale, sclerosi multipla, epilessia, herpes e micosi genitale, postumi del parto.

Come fare per prevenire e “curare” il calo della libido?

Quando il calo della pulsione sessuale non è attribuito a malattie o farmaci per prevenire e risolvere questo fastidioso problema è di vitale importanza liberare la mente da stress e ansia. Per la coppia potrebbe essere molto utile ad esempio iscriversi ad un corso di yoga o di meditazione, regalarsi qualche seduta di benessere e massaggi.

Riprendere in mano la vita di coppia, senza sottovalutare l’aspetto giocoso e ludico, vedrete che ristabilendo il feeling con se stessi ed il partner la voglia inizierà lentamente a ricomparire.

L’Aloe Vera può aiutare a riequilibrare l’organismo, viene impiegata sempre più sia nei casi di calo della libido che nella cura della disfunzione erettile per l’uomo. Bere quotidianamente puro succo di Aloe Vera quindi è un primo passo verso il benessere del fisico, della mente e della sfera sessuale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *